Il reattore di calcio, seconda parte

L’acquario ha la necessità di avere un pH stabile quindi è bene tarare al meglio il reattore in maniera che svolga la sua funzione senza abbassare troppo il pH nell’acquario, alcuni reattori hanno in uscita un ulteriore camera di passaggio che serve esclusivamente a ripristinare l'acqua ad un pH basico disperdendo il CO2 in eccesso nell'aria, ma il più delle volte questo non è necessario specialmente se l'acqua di uscita del reattore è in un filtro a parte (Sump) dove prima di ritornare in acquario, incontra percorsi a forte scambio gassoso. La taratura del reattore di calcio è delicata perchè influenzata dalle costanti oscillazioni di CO2 in acquario, consiglio vivamente di collegare il reattore di calcio ad un controllo di pH elettronico evitando così sovraddosaggi pericolosi. Per quanto riguarda le misurazioni principali da fare per tenere sotto controllo l'apparecchio nel suo corretto funzionamento sono: il pH, il calcio (Ca) e il magnesio (Mg), la durezza carbonatica (KH) e la densità marina. La calcificazione sottrae all’acqua sia ioni di calcio sia ioni di bicarbonato liberando in quest'ultimi carbonati di calcio e anidride carbonica, quindi il pH diventa una misurazione fondamentale nel corretto uso del reattore onde evitare come già detto un pH troppo acido. Il calcio il magnesio e la vitamina D sono in natura strettamente collegate per i processi di calcificazione e avere opinioni riguardo a se uno di questi elementi serve oppure no è puramente fuorviante, sono elementi fondamentali per la costruzione della barriera come la presenza in tracce di oligo e bioelementi che non deve mai mancare. ...segue»

Acquari MGA©