Pesci d'acquario "ibridi", quinta parte

Quindi, dopo tutto, cosa mai sarà un Flowerhorn? Nel mondo ittico la parola “origini” o “provenienza” significa che un acquariofilo ha un sufficiente livello di conoscenza della natura dei pesci che ha nel suo acquario, in questo caso, le “origini” includono una conoscenza base del tipo di antenato del pesce che si possiede. In questo contesto, comunque, il punto di vista attuale sui Flowerhorn è ancora qualcosa di confuso. Gli allevatori che producono i Flowerhorn tendono a tenere i dettagli dell’allevamento un secreto da custodire, e poiché il prezzo di questi pesci in alcuni mercati è molto elevato, non dovrebbe sorprendere il fatto che i produttori non vogliano divulgare i segreti dell’allevamento di questi costosi pesci, poiché verrebbero meno i loro obiettivi commerciali. Sarebbe bello non dover più spendere migliaia di euro, come accade nel mercato dell’Estremo Oriente, se la “ricetta” cadesse nelle tue mani e ti permettesse di produrre lo stesso pesce al solo costo della coppia. Come conseguenza, all’acquariofilo non resta che indovinare quali pesci hanno contribuito alla nascita di ciascun Flowerhorn. Alcune specie di Ciclidi sono state considerate gli antenati dei Flowerhorn, tra cui abbiamo: Amphilophus citrinellus, Amphilophusfestae, Amphilophuslabiatus, Amphilophus trimaculatum. Non c’è bisogno di dire che questi pesci sono famosi tra gli esperti di Ciclidi come grandi pesci con uno spiccato senso territoriale che li portano anche ad una battaglia mortale se inseriti in un contesto acquatico non appropriato. Tutto ciò serve per dire che anche i piccoli di queste varietà ibride potrebbero ereditare questo temperamento un po’ esuberante. Dall’esperienza dei vari proprietari di Flowerhorn, il costo elevato e il temperamento quasi vulcanico di alcuni esemplari non sono un efficace deterrente al loro acquisto per un acquariofilo deciso ad averli. ...segue»

Acquari MGA©