Pesci d'acquario "ibridi", quarta parte

È chiaro che il lettore può prendere una posizione diversa da quella scritta qui sopra, ma sappia che questa visione è molto sostenuta tra molti acquariofili e che il Flowerhorn rimane un pesce intorno al quale il dibattito tra acquariofili è molto acceso. Quindi, esattamente, cosa è il Flowerhorn? Prima di rispondere a questa domanda, comunque, abbiamo bisogno di capire perché questi pesci sono così popolari tra gli acquariofili, nonostante suscitino forti reazioni in altri. I Flowerhorn, nonostante ciò che è stato scritto finora, hanno i loro fans. In particolare possiamo trovarne in Estremo Oriente, soprattutto in quelle culture che sono venute a contatto con la filosofia e l’estetica cinese. Gli estetici cinesi sono stati la colonna portante per lo sviluppo della cultura del pesce rosso, oltre che del Betta Splendens come pesce da acquario, quindi non dovrebbe sorprendere che nell’Estremo Oriente il Flowerhorn è visto in modo diverso rispetto all’Occidente. Nell’Estremo Oriente il Flowerhorn viene chiamato Luo Han, un’espressione cinese che contiene il concetto buddista di Arhat. Questa parola in sanscrito descrive lo stato di illuminazione raggiunta da una persona che è riuscito a rifuggire più possibile dal mondo materiale e ha dedicato se stesso allo spirito. Da qui, il significato che queste società, influenzate da Buddha o Confucio, attribuiscono a questi pesci, appositamente tenuti in acquari, è quello di “fortuna”o “buon auspicio”. La conseguenza di questa visione dei Flowerhorn è che il mercato in Estremo Oriente è già pronto a spendere grandi somme di denaro per questo tipo di pesci e in particolare per quelli che evocano associazioni con i talismani del pensiero spirituale orientale, come ad esempio i segni che ricordano le scritte Kanji o i colori che si pensa che siano in armonia con altri concetti spirituali orientali. ...segue»

Acquari MGA©