L'ozono in acquario, quarta parte

Un controller può essere utilizzato per spegnere l’ozono se l’ORP supera un dato di emergenza preimpostato, ma che cos’è l’ozono? L’ozono è un gas a temperatura ambiente, ma essendo instabile deve essere creato al momento per essere utilizzato, per fare ciò si divide la molecola di ossigeno composta da due atomi (O2) e si ricompone in ozono composto da tre atomi (O3). L’ozono ha un odore riconoscibile (dolciastro) e può essere riconosciuto dall’acquariofilo quando viene rilasciato in acquario (l’ozono in acqua marina ha una vita molto breve). Nell’atmosfera l’ossigeno è molto più presente (210.000 ppm) mentre l’ozono è presente in piccolissima parte (0,05 ppm), nell’alta atmosfera (al di sopra dei 25 km) la luce del sole rompe le molecole di ossigeno biatomico in ossigeno monoatomico che è forma predominante in tutte le altitudini al di sopra dei 150 km. Tra i 30 e i 90 km di altitudine le molecole di ossigeno monoatomico (O) si scontrano spesso con una molecola di ossigeno biatomico (O2) formando l’ozono(O3) e creando così lo strato atmosferico di ozono. Nell’atmosfera ci sono le più alte concentrazioni di ozono a 50 km dalla crosta terrestre; l'ozono assorbe molta luce UV con lunghezze d’onda tra 200 e 310 nm e per questo è molto prezioso per proteggere il nostro pianeta. C'è anche da dire che l’ozono può formarsi nella bassa atmosfera ed è generalmente considerato una parte di smog, in questo caso gran parte dell’ozono viene prodotto quando gli ossidi di azoto (NO e NO2) provenienti dalla combustione di combustibili fossili vengono abbattuti per creare ossigeno monoatomico (O), come avviene nelle parti alte dell’atmosfera, l’ossigeno monoatomico si imbatte con l’ossigeno biatomico (O2) e forma l’ozono (O3). ...segue»

Acquari MGA©