L’alimentazione dei pesci d'acquario, seconda parte

Spesso si crede che il mangime congelato sia il migliore e quindi e bene spiegare che la velocità di congelamento, rapida o ultrarapida determina un cibo congelato (-10°C) o un cibo surgelato (- 18°C). Importante è il mantenimento costante delle suddette temperature dal confezionamento fino alla commercializzazione, questo percorso si chiama “catena del freddo”. Lo scongelamento dei surgelati deve consentire all'acqua di rientrare nei tessuti dell'alimento, evitando la perdita di liquidi interstiziali, è fondamentale quindi che lo scongelamento avvenga in modo lento. Il processo di congelamento avviene invece in un tempo più o meno lento come quando si congela da soli un alimento nel proprio Freezer, di conseguenza, si formano dei cristalli di ghiaccio di maggiori dimensioni che perforano le pareti cellulari provocandone la rottura, durante lo scongelamento, la fuoriuscita del liquido cellulare sottrae al prodotto parte dei principi nutritivi e l’alimento perde quindi in qualità. E’ quasi impossibile trovare negozi d'acquari e\o produttori di cibi per acquario “surgelato” in quanto questo implicherebbe che un dettagliante avesse a disposizioni bancali frigo a -18°C, ma spero che nel frattempo delle aziende si prodighino in questa direzione. ...segue»

Acquari MGA©