Serrasalmus Nattereri, oggi Pygocentrus Nattereri in Arte il “Piraña”, quinta parte

Vengono espulse dalle due alle trecento uova, trasparenti, con un diametro di circa 1,5 mm; è il Piraña maschio che si occupa della ventilazione e dell’accudimento delle uova, ma difficilmente però protegge gli avannotti fino alla loro completa mobilità. In questo periodo il genitore è particolarmente aggressivo fino ad attaccare tutto ciò che si muove vicino alle uova mani comprese. Questo comportamento spinge il banco lontano dal luogo accudito. In acquario, talvolta in una delle tre coppie formatosi anche la femmina partecipa alla protezione delle uova allontanando eventuali intrusi, comportamento molto interessante per specie considerate più primitive, assumendo un comportamento più consueto nei ciclidi. Nel periodo di 3/4 gg. l’avannotto inizia a prendere forma raggiungendo nel decimo giorno una dimensione ben visibile. In quei giorni ho potuto osservare meglio come i riproduttori preferiscano accoppiarsi in uno dei due ottagoni dell’acquario a disposizione, piu’ precisamente in quello dove non viene somministrato il cibo, in questo modo la frenesia del banco in acquario durante il pasto non coinvolge i luoghi di schiusa. Nell’acquario a volte succede che il banco nel pieno della frenesia alimentare invada lo spazio dei riproduttori purtroppo senza che essi possano fare qualcosa visto il numero degli invasori a svantaggio delle uova che vanno disperse. Pur disperse nell’acquario le uova essendo troppo piccole per interessare l’appetito dei Piraña riescono a schiudersi. ...segue»

Acquari MGA©